logo progetto MHP!
HOME > PROGETTI >

ROOF

ROOF

Parco abbandonato nel QUARTIERE ALESSANDRINO

"Rigenerazione di aree verdi urbane dismesse"

icona_progetto_roof

L’area che accoglie la proposta progettuale si identifica in uno dei tanti spazi aperti disseminati nella città, privi di una chiara identità formale. L’idea di introdurre nello spazio aperto un sistema aggregato di abitazioni deriva dalla volontà di non agire con forza impositiva ed emergente, ma di costituire una continuità del sistema verde.
E’ il caso in cui il progetto trae configurazione, scopo e significato nell’occasione di fondere una singolare mescolanza, tra l’idea di un parco attrezzato e la soluzione insediativa.
Per questa ragione, le case progettate rimangono incardinate all’interno della negazione di una loro autonoma fisionomia. La loro corporeità si arresta nel momento fondativo della totale assimilazione al gioco delle componenti generatrici per ricomporsi in parziali campi visivi fino a confondersi con la forma del suolo.
Giaciture della terra che si modellano, si increspano secondo una dimensione modulare, per lasciare il vuoto necessario all’espressione architettonica della residenza, lasciando emergere solo il rilievo del terreno e minimizzando la porzione di suolo costruita. Questa ragione di rispettosa alternanza subisce, durante l’esperienza progettuale, una inevitabile prospettiva che si rivela nel rapporto istituito con il parco e nel soddisfacimento della condizione privata e intima dell’abitare.
Il tetto delle abitazioni, gradualmente accompagnato fino a toccare il suolo, può accogliere svariati usi e nel tempo può determinare il processo di trasformazione del parco, che rappresenta lo spazio pubblico.
A.F.

tavola-progetto-roof

"Let's get on Roofs" è un progetto che si basa sulla ricerca dell'unione tra architettura e attività sociali. L'elemento principe è il tetto, che ha una duplice funzione: da un lato copertura della casa, dall'altro luogo per la collettività, quindi collegamento tra pubblico e privato. Facendo forza sulla copertura, piano inclinato del modulo triangolare, ne sono state realizzate diverse tipologie, creando uno spazio attivo e dinamico.
La linea guida del progetto non si limita al singolo modulo (casa + copertura), ma vuole incentrarsi sul concetto di unione: il prolungamento della copertura sul terreno rende l'oggetto comunicante con l'ambiente circostante, integrandolo sia fisicamente che socialmente. Allo stesso tempo la struttura offre molteplici opportunità di arredo urbano, finalizzate a ridurre l'impatto visivo.
L'esito finale esprime con forme schematiche un'idea semplice ma anche versatile e adattabile a ogni luogo.
GLI STUDENTI



Altri progetti